Arte

bellica

Introduzione

Che cos'è

l'Accademia Mediolanense

Archeologia Sperimentale
Se io vivessi...
 

E

s

p

e

r

i

m

e

n

t

i

Vita

Quotidiana

Altri

siti

Contatti

Appuntamenti

Trecento

oggi

Dunque percepire, provare, sentire e rendersi conto di come poteva essere la vita nel passato, anche nel più piccolo gesto.

 

Ovviamente si tratta solo di supposizioni e congetture ma, se compiute con logicità e coerenza, forse ci possono portare realmente ad un punto molto vicino alla realtà.

 

 

Quindi il 1339, da quel freddo e nevoso 21 febbraio, quando si svolse la battaglia di Parabiago che servì a consolidare ancora di più il potere visconteo e quando Milano aveva già assunto una sua determinata "forma urbis" grazie ad Azzone che verrà a mancare da lì a pochi mesi (16 agosto); e il 1361 quando Milano verrà colpita, dopo averla scampata più di dieci anni prima, da un'epidemia di peste che provocherà non poche morti ed influenzerà la vita quotidiana dell'epoca.

Ho deciso di scegliere un periodo dell'ampiezza di circa vent'anni in quanto rappresentativo di una generazione e tale da non ravvisare notevoli discrasie temporali, facilmente riscontrabili in caso di intervalli di tempo più ampi.

o scopo di questo sito e dell'Accademia non è solo quello di illustrare la vita a Milano e dintorni nel pieno del XIV secolo, ma anche quello di far entrare il navigatore in una dimensione diversa, cercare di trasportarlo realmente nel mondo di più di sei secoli fa, fargli rivivere in pieno quel periodo storico attraverso tutti i suoi sensi.

Titolo: "Gli anni bui del Medioevo"

Serie: Atlantide - Storie di uomini e di mondi

Regia: Riccardo Gallozzi

Trasmissione:  La7

Commento: Utilizzando documentari esteri (principalmente inglesi) miscelati sapientemente e conditi da interventi propri degli autori del programma, ci trasporta nella storia con semplicità e coerenza. In questa puntata si occupa, per l'appunto, del periodo comunemente conosciuto come Medioevo, partendo dalle sue origini

 Notizie, fatti ed indiscrezioni

Mediolanum, A.D. 1339 - 1361

ui di seguito verranno illustrati gli avvenimenti, le date, i personaggi come se fossero cronache attuali: come leggere un quotidiano di più di sei secoli fa.

Nota bibliografica

I seguenti suggerimenti, ovviamente, intendono fornire unicamente un idea sul tema trattato. Per una bibliografia più completa contattatemi.

 

  Nota Bene

Tutte le tematiche trattate sono ridotte ai minimi termini per venire incontro alle esigenze di un sito web: per qualsiasi altra informazione,  non indugiare e interpellaci

Titolo: "Dizionario universale del Medioevo"

Autore: Matthew E. Bunson

Editore: Newton & Compton

Commento: Una piccola enciclopedia accessibile a tutti, riassume la vita dei personaggi più importanti ma non trascura i luoghi e le materie di principale interesse. Completata da un indice analitico, da un glossario e da tre appendici, è un'opera utile per accedere a dati di interesse senza perdere troppo tempo o per scoprire notizie non ancora conosciute.

Titolo: "Guida al Medioevo"

Autore: Horst Fuhrmann

Editore: Laterza

Commento: Tutt'altro che scontato, questo saggio indica la via più meritevole per avvicinarsi al periodo. L'inizio si occupa dell'aspetto forse più intrigante con la sua "visione della vita e modo di vivere" dove affronta gli aspetti quotidiani senza cadere però in facili stereotipizzazioni. Non tralascia tuttavia l'andamento della storia: ecco allora papi e imperatori e il loro eterno confronto.

Titolo: "Dizionario del Medioevo"

Autore: Barbero, Chiara Frugoni

Editore: Laterza

Commento: Essenziale manuale, corredato da alcune immagini, di necessario ausilio durante la lettura di testi inerenti il periodo. Come in un dizionario vengono riportati tutti i vocaboli, alcuni in disuso,  il loro significato e il contesto che li riguarda. Utilissimo per una rapida comprensione dei termini meno noti.

Titolo: "Autunno del Medioevo"

Autore: Johan Huizinga

Editore: BUR

Commento: Testo datato ma pieno di spunti interessanti per meglio comprendere le vicende del tardo Medioevo. Naturalmente l'autore predilige, nella descrizione, la situazione franco/fiamminga a discapito di quella italiana. In ogni caso rende pienamente l'idea di come si trova l'Europa continentale nel periodo. Quindi di compendio al precedente.

Qualcosa da leggere..........

Titolo: "Medio Evo italiano"

Autore: Gioacchino Volpe

Editore: Laterza

Commento: Una raccolta di saggi che aiutano a capire quale fosse la condizione italiana durante l'epoca considerata.  Chiaramente, essendo pubblicato al principio del secolo ('900), risulta un po' superato in alcuni concetti. Ma non per questo è privo di interesse, anzi fotografa precisamente il periodo soffermandosi sui grandi temi quali la politica e la religione.

Titolo: "L'Italia delle città. Il popolamento urbano tra Medioevo e Rinascimento (secoli XIII-XVI)"

Autore: Maria Ginatempo, Lucia Sandri

Editore: Le Lettere

Commento: Analisi particolareggiata, corredata da una notevole quantità di dati, sul contesto dell'Italia nei secoli a cavallo tra Medioevo e Rinascimento. Il testo analizza dettagliatamente l'aspetto demografico di città e regioni cercando di motivare anche le ragioni che lo determinarono.

Titolo: "Uno specchio lontano. Un secolo di avventure e calamità. Il Trecento."

Autore: Barbara W. Tuchman

Editore: BUR

Commento: Ripercorrendo la vita di Enguerrand di Coucy, nobile dell'Alta Savoia, vissuto tra la prima e la seconda metà del XIV secolo, rende fedelmente l'idea di come doveva svolgersi la vita durante il Trecento. La particolarità di questo libro è che il periodo viene analizzato non tramite una serie di dati impersonali, ma scorrendo attraverso le vicissitudini del protagonista.

Titolo: "Il Trecento"

Autore: Sandra Baragli

Editore: Electa

Collana: "I secoli dell'arte"

Commento: Un valido "bigino" sull'arte sviluppatasi nel corso del Trecento in Europa. Sapientemente suddiviso in parole chiave, luoghi e protagonisti, risulta di facile ed immediata consultazione. Corredato da una ricchissima iconografia, non è completo ma perfettamente adeguato a chi si avvicina al tema.

..........da vedere ..........

Titolo: "Viaggio nel Medioevo" e "Medioevo: miti, verità e leggende"

Serie: Ulisse, il piacere della scoperta

Autori: Piero e Alberto Angela

Regia: Luca Romani

Trasmissione:  RAI

Commento: Puntata del 2002 che ripercorre la storia dalla caduta dell'impero romano fino all'approdo europeo in America. Rivolto al grande pubblico, il programma si sofferma anche sugli aspetti meno noti e per questo più interessanti. Coadiuvato da ricostruzioni e riprese valide, Alberto Angela entra nel contesto aiutandoci a sfatare i luoghi comuni. E' seguito nel 2008 da una seconda puntata sul tema.

Commento: Programma che si focalizza principalmente sull'arte, ma in questa puntata il conduttore Philippe Daverio, con la sua solita ironia, parla e discute del periodo in questione, sottolineandone gli aspetti più intriganti partendo proprio dall'aspetto artistico. Il tutto avviene come un tranquillo discorrere tra amici e conoscenti (ovviamente esperti) attorno ad una tavolata.

Titolo: Notturno dalla

maremma: il medioevo

Serie: Passepartout

A cura di e con:

Philippe Daverio

Regia: Mauro Raponi

Trasmissione:  RAI

Torna in alto              Pagina iniziale                    E-mail                 Mappa del sito

Mailing list
Forum
..........e da visitare

Nome: Museo Civico Medioevale

Tipologia: Museo

Dove: Bologna (Italia), via Manzoni 4

Commento: Si tratta dell'unico museo in Italia che raccoglie beni di pertinenza del periodo di differente tipologia. Da maestose opera d'arte ad oggetti di uso quotidiano, armi, lastre tombali, oggetti sacri, codici miniati, etc., per un periodo ricompreso tra l'IX secolo fino al 1500. Sicuramente un buon viatico per chi vuole capire di più del periodo e vedere come realmente erano fatti gli oggetti.

Nome: Musée national du Moyen Age

Tipologia: Museo

Dove: Parigi (Francia), 6 place Painlevé

Commento: Immenso, ricco di oggetti,  ripercorre la vita dal 1200 al 1500. E' capace di riportare indietro, nella mente di ognuno, al periodo in questione. Da qualche anno all'esterno si possono trovare dei giardini rifatti in tono con l'ambientazione. Comprende il famoso ciclo di arazzi de "La Dama e l'Unicorno"della fine del XV secolo. Ogni anno, per la durata di sei mesi circa, organizza al suo interno mostre inerenti che spaziano su diversi temi.

..........da ascoltare ..........

Titolo: "Nova Carmina: canti d'amore e d'allegrezza nell'Europa medievale"

Musicisti: Accademia Jaufrè Rudel, Ass. Dennis Brain

Commento: Gli interpreti spaziano nei canti in voga dal XII secolo fino al XV come dice il titolo stesso "nell'Europa medievale". Non vi è un filo conduttore preciso se non quello di conoscere un po' meglio il periodo.

Titolo: "Ioculatores"

Musicisti: Ioculatores

Commento: Anche qui ritroviamo una serie di  musiche e danze dal XIII al XV secolo di tutta Europa. L'interpretazione, eccellente, si rivela inusuale ma secondo me è più che consona ai parametri dell'epoca.

 

Titolo: "Orbis Alia"

Musicisti: Annwn

Commento: Questo duo tedesco interpreta egregiamente diversi brani del periodo, spaziando tra canti di diversi paesi e contesti, uniti a qualche canto tradizionale e qualche brano di composizione propria. Nessun legame tra questi può essere l'unica nota negativa. Struggente la versione di "Madre de Deus".

 

Titolo: "Ogn'om canti novel canto"

Musicisti: Ensemble Galinverna

Commento: Questo ensemble piemontese rivisita, in questo lavoro, musiche e danze italiane del XIII e del XIV secolo. Grazie alla buona esecuzione e al limite spazio-temporale ricercato, si ascolta tutto d'un fiato.

l periodo in questione tende a sottolineare due date importanti nella storia della Milano trecentesca che già da tempo era passata dalla realtà comunale a quella signorile.