Arte

bellica

Introduzione

Che cos'è

l'Accademia Mediolanense

Archeologia Sperimentale
Se io vivessi...
 

E

s

p

e

r

i

m

e

n

t

i

Vita

Quotidiana

Altri

siti

Contatti

Appuntamenti

Trecento

oggi

 

 Perché Accademia?

Perché Mediolanense?

Cosa NON troverete in questo

sito e nell'accademia

1) Qualsiasi elemento di fantasia o che non si basi su tesi ed idee comprovabili e storicamente attendibili;

2) Recitazione;

3) Finzione.

'Accademia Mediolanense è formata da un gruppo di persone che, con la propria capacità e disponibilità, vuole effettivamente cercare di studiare e rivivere una parte della storia in ogni suo aspetto.

Non si tratta di rileggere la storiografia, ma semplicemente di integrarla, dando vita alle supposizioni ed alle ipotesi, che secondo i metodi tradizionali, non sarebbe-

ro verificabili.

Cosa troverete in questo sito E nell'accademia

1) Archeologia Sperimentale: è il primo, fondamentale, passo. Dal più piccolo esperimento (ad es. accendere il fuoco, ricostruire un oggetto, etc.) al riproporre interamente una situazione di vita vissuta;

2) Uno spazio per poter esporre le proprie idee, rendere noto cosa si conosce, acquisire ciò che si ignora, aumentare la propria esperienza ed aiutare gli altri a fare lo stesso;

3) Realtà. Sotto tutti i punti di vista.

Titolo: "I Visconti a Milano"

Autore: A.A.V.V.

Editore: Cariplo

Commento: Monumentale opera corredata da una buona iconografia. Ripercorre la storia di Milano durante la signoria viscontea e tutti gli avvenimenti occorsi nel periodo in questione. Essendo datato pecca talvolta di luoghi comuni oramai sfatati. Il volume rappresenta certamente la maggiore opera ad oggi esistente inerente l'argomento.

Titolo: "I Visconti"

Autore: Francesco Cognasso

Editore: Dall'Oglio

Commento: Bel lavoro, completo e minuzioso, sulla signoria viscontea e sui personaggi e le vicende che ci girarono attorno. Ricco di particolari su ogni protagonista e corredato da un completo albero genealogico. Ad oggi la più completa trattazione della signoria in oggetto nonostante i molteplici saggi comparsi posteriormente.

emplicemente perché qui si radunano tutti coloro che hanno voglia di apprendere o far capire ad altre persone come si svolgeva la vita più di sei secoli fa!

Per scongiurare il pericolo di una verità unica è necessario il dialogo che permetta ad ognuno di

Titolo: "Storia della Lombardia medioevale"

Autore: Giancarlo Andenna

Editore: UTET

Commento: Riepilogo succinto che introduce l'argomento e aiuta il lettore a comprendere e, perché no, immedesimarsi nell'atmosfera e nell'ambiente ben descritto e delineato. Una tappa fondamentale per chi si vuole addentrare in questa avventura senza tralasciare i particolari più importanti.

Titolo: "Bernabò Visconti"

Autore: Daniela Pizzagalli

Editore: Rusconi

Commento: Ripercorrendo la vita del più eclettico dei Visconti, l'autrice disegna ottimamente anche la situazione del periodo. Anche se la storia viene romanzata per rendere il saggio più "digeribile", riunisce in un sol colpo notizie che altrimenti andrebbero apprese da molteplici testi.

Titolo: "Milano antica e medievale"

Autore: a cura di Franco Della Peruta

Editore: Elio Sellino Editore

Collana: "Il tempo e la città"

Commento: Composto da diversi articoli, particolareggiati, di illustri autori descriventi la Milano di tutti i tempi. Una descrizione atipica della città ma completa nella sua specificità. Di competenza i volumi II e III.

Titolo: "Milano e il suo stemma"

Autore: Giulia Bologna

Editore: Comune di Milano

Commento: Interessante testo che descrive lo stemma di Milano dalle origini al XX secolo. Ma non si ferma qui. Oltre allo stemma milanese vengono analizzati gli stemmi e le imprese araldiche viscontee e sforzesche, gli stemmi delle porte e i gonfaloni. Anche la Milano araldica fruisce ora della sua sintesi. Buona l'iconografia.

Titolo: "La nuova città dal comune alla signoria"

Autore: a cura di Carlo Bertelli

Editore: Electa

Collana: "Il millennio ambrosiano"

Commento: La storia di Milano non esposta in maniera classica ma attraverso l'architettura, la pittura, la miniatura e la scultura. Ogni singola arte ci descrive la Milano dell'epoca nei suoi particolari, sommandole insieme riusciamo a raggiungere un quadro più che completo.

Titolo: "La Lombardia delle Signorie"

Autore: A.A.V.V.

Editore: Electa

Commento: Prende in esame il territorio lombardo (attuale) durante il governo delle principali signorie, i Visconti e gli Sforza. Interessante i diversi confronti e raffronti, sia tra le due signorie, sia tra le diverse parti del territorio, che mostrano più analogie di quanto immaginato. Fa seguito a "La Lombardia dei Comuni"

Qualcosa da leggere....................

erché ricomprende lo studio di un'area geografica (Milano e contado) che, nel periodo, era in tal modo denominata.

Anche lo studio del periodo (attorno alla metà del XIV secolo) concerne la signoria viscontea, governante ed  egemone a Milano e dintorni.

Il fatto che l'attenzione sia focalizzata principalmente su questo luogo non sottointende affatto una qualsivoglia presunzione di voler considerare la stessa come un'entità privilegiata,  co-

me   piuttosto  la   delimitazione  di

un  determinato spazio,  quando  le

differenze territoriali erano in mag-

gior misura evidenti e considerevoli.

 

 

 

 

 

hanno il dovere di apportare le propria conoscenza e la propria esperienza.

enunciare la propria percezione. Per contro  tutti
..........e da ascoltare

Titolo: "Suso in Italia bella"

Musicisti: La Reverdie

Etichetta: Arcana

Commento: Come sottolinea il sottotitolo si tratta di una raccolta di musiche (polifoniche) che si sarebbero potute ascoltare presso le corti o i chiostri dell'Italia del nord dalla prima metà del XIV secolo. Consiglio un orecchio già adattato al tipo di musica per goderne appieno.

Titolo: "Istanpitta"

Musicisti: Alla Francesca

Etichetta: Naive

Commento: Basandosi sul codice conservato a Londra ma di estrazione nord italiana, l'Ensemble "Alla Francesca" ipotizza quella che poteva essere la musica eseguita alla corte dei Visconti attorno agli anni '60 del Trecento.

 

Torna in alto        Pagina iniziale        E-mail        Mappa del sito

Forum
Mailing list